ARTIGIANATO Marchigiano – terra ricca di storia e manifattura

Le Marche sono una regione di mastri e botteghe artigiane.

L’artigianato marchigiano affonda le sue radici nel medioevo, soprattutto quello della lavorazione delle pelli, è frutto del patrimonio di esperienze tramandato di generazione in generazione dagli abitanti locali, riconosciuto a livello internazionale.

Una scarpa fatta artigianalmente vuol dire “fatta a mano”.

Non vengono utilizzati macchinari e tutta la lavorazione del prodotto è eseguita dall’artigiano, dalla scelta della forma alla progettazione, dal taglio della pelle all’orlatura, cioè l’unione di tutti i vari pezzi della tomaia che può richiedere anche un’ora di lavoro per ciascun modello, il montaggio e l’incollaggio della suola e del tacco, la cucitura, la fresatura, la lucidatura.

Ogni passaggio così eseguito fa acquistare al prodotto finale un valore di pregio.

Le scarpe fatte a mano sono uniche nel loro genere, anche scarpe dello stesso modello non saranno mai uguali fra loro, si differenzieranno per piccolissimi particolari, dai toni del colore, alle impunture, in quanto frutto non di una catena di montaggio, ma del lavoro di artigiani esperti che le assembleranno con la massima cura e precisione.

L’alta qualità dei materiali e la cura con cui sono assemblati le rendono estremamente resistenti. Le scarpe fatte a mano durano nel tempo.